Notizie e comunicati

23-05-2014
Come si vota
Il 25 maggio dalle ore 7 alle 23 presso il proprio seggio con tessera elettorale e documento d’identità, tracciando un segno sul simbolo di “Insieme per Villar Dora” ed indicando eventualmente un nominativo di preferenza per un candidato Consigliere comunale. Rechiamoci tutti alle urne per cambiare insieme Villar Dora!

Come si vota

18-05-2014
Successo di pubblico per la presentazione dei candidati e del programma elettorale
Grande partecipazione di pubblico per la serata dello scorso 16 maggio. La lista di “Insieme per Villar Dora” ha presentato i propri candidati ed il programma elettorale in un Centro Sociale gremito di persone attente ed interessate.
L’introduzione è stata effettuata da Paola Pedicone che, dopo il benvenuto ed il ringraziamento ai convenuti, ha illustrato le finalità della serata, concludendo il proprio intervento con una frase tratta dal libro “Prepariamoci” di Luca Mercalli: «Caro Sindaco, metti davanti a tutto la cura dei beni comuni, l’ambiente, la sanità, l’istruzione e la preparazione dei cittadini ad affrontare nuove scarsità. Tanti auguri, siamo tutti con te, perché il sindaco amministra con i cittadini. Insieme ce la faremo». Il candidato sindaco Giovanni Franchini ha preso di seguito la parola, tracciando un breve profilo personale e professionale, illustrando le motivazioni ed i valori fondanti dei candidati della lista di “Insieme per Villar Dora”: la trasparenza, la partecipazione, la tutela dell’ambiente e del territorio e la volontà di collaborare con tutti senza spirito di antagonismo.
Il successivo intervento di Liliana Margaira ha riguardato la scuola, con particolare riferimento alla sistemazione dell’area ricreativa delle scuole elementari, all’istituzione di un servizio di “pedibus”, alle questioni relative al trasporto con scuolabus ed infine all’introduzione degli alunni alle questioni ambientali.
La parola è passata ad Anna Bugnone, che ha trattato le tematiche relative al recupero ed alla divulgazione delle tradizioni storiche e culturali del territorio, portando la propria esperienza come presidente del Gruppo Culturale Villardorese, proponendo l’istituzione di un archivio storico da realizzare con la partecipazione delle Associazioni e dei cittadini.
Jessica Pedicone ha invece affrontato le richieste provenienti dal mondo giovanile, in particolare la necessità di incrementare la partecipazione di questa fascia d’età all’interno del comune, dotarsi di appositi luoghi d’aggregazione ed istituire un consiglio comunale dei ragazzi.
Cecilia Tortora, rilevando l’assenza di spazi pubblici al coperto dedicati alle famiglie, ha proposto l’istituzione di una ludoteca, concepita tenendo conto delle esigenze delle madri e dei bambini.
Giuseppe Belfiore ha ipotizzato la creazione di una “rete” di famiglie per garantire l’auto-aiuto, eventualmente facilitata da uno sportello comunale. Si è anche sottolineata la necessità di implementare i servizi erogabili via internet, espandere ulteriormente la diffusione della banda larga e monitorare la qualità e la velocità delle connessioni domestiche.
Davide Bunino ha illustrato le criticità del territorio, proponendo interventi di manutenzione dei sentieri e dei rii, sistemazione dell’acquedotto, prevenzione degli incendi boschivi e lotta biologica alle zanzare.
Bruno Bugnone si è occupato dei settori dell’ambiente e dell’agricoltura, proponendo azioni per l’incentivo dell’agricoltura locale ed il recupero delle specie autoctone, disincentivando non solo le colture intensive, ma anche l’uso dei pesticidi ed il consumo di territorio da parte di ulteriori insediamenti urbanistici.
L’intervento di Carlo Gianoglio è stato focalizzato sulle energie rinnovabili per favorire, sia a livello di informazione che di azione pratica, l’utilizzo delle nuove tecnologie ecologiche per il risparmio energetico, lo sviluppo del fotovoltaico, del solare termico e delle altre energie rinnovabili.
Lorella Massola ha infine richiamato l’attenzione sulla trasparenza, indicando la necessità di una comunicazione rapida e facilmente accessibile a tutti. A tal proposito è stato prospettato il potenziamento dei servizi d’informazione tramite internet e social network, agevolando l’interazione tra i cittadini e le istituzioni. Un ultimo accenno è stato riservato allo sport, con le proposte di attività praticabili sul territorio quali ciclismo, arrampicata ed escursionismo.
Dopo l’invito alla manifestazione di “Rete Liste Valsusa” del prossimo 23 maggio, la serata si è conclusa con le considerazioni finali del candidato sindaco Giovanni Franchini, che ha invitato il pubblico ad esprimersi sul programma, presente sul sito web insiemepervillardora.it, ed a fornire eventuali suggerimenti, proposte e commenti tramite l’indirizzo e-mail info@insiemepervillardora.it
Una serata propositiva e partecipata, nel cui finale il pensiero è nuovamente andato alle parole di Luca Mercalli, che ben sintetizzano lo spirito di questo gruppo: «Insieme ce la faremo».

Serata presentazione lista

Potete sfogliare l'intero album fotografico su Facebook.
17-05-2014
I rischi di un’uscita dal Patto di Stabilità
Secondo quanto riportato dal verbale di deliberazione della Giunta Comunale n.53 del 09/05/2014 «Patto di Stabilità per l’anno 2014», il Responsabile del servizio finanziario del Comune di Villar Dora ha «rilevato la necessità di non procedere al momento ad impegnare ulteriori somme di denaro, stante l’attuale situazione finanziaria dell’Ente, anche sulla scorta delle raccomandazioni fornite dal Ministero dell’economia e delle finanze e della giurisprudenza della Corte dei Conti». Nonostante queste premesse, la Giunta Carena ha deciso ugualmente di procedere, a prescindere dai dati finanziari, alla realizzazione del marciapiede di via al Cerrone e di via Pelissere.

Esprimiamo sincera preoccupazione per quanto sopra esposto. Desideriamo ricordare le sanzioni riservate agli enti che non rispettano il patto di Patto di Stabilità:

  • riduzione del fondo di solidarietà comunale e del fondo sperimentale di riequilibrio;
  • limite agli impegni per spese correnti;
  • divieto di ricorrere all’indebitamento (mutui) per finanziare gli investimenti;
  • divieto di procedere ad assunzioni di personale a qualsiasi titolo, con qualsivoglia tipologia di contratto;
  • riduzione delle indennità di funzione e dei gettoni di presenza.

Per approfondire: leggi la delibera della Giunta Comunale n.53 del 09/05/2014 e la circolare n.6 del Ministero delle Finanze del 18/02/2014.
03-05-2014
serate presentazione lista

Serate di presentazione dei candidati e del programma
In vista delle prossime elezioni comunali del 25 maggio 2014, la lista “Insieme per Villar Dora” invita la popolazione a due serate di presentazione dei candidati e del programma elettorale, che si terranno:

  • Sabato 10 maggio alle ore 21 presso il Centro Sociale di Borgata Bert (ex scuola);
  • Venerdì 16 maggio alle ore 21 presso il Centro Sociale comunale di via Pelissere, 16.

Saranno presenti il candidato sindaco Giovanni Franchini ed i candidati al Consiglio Comunale Giuseppe Belfiore, Anna Bugnone, Bruno Bugnone, Davide Bunino, Carlo Gianoglio, Liliana Margaira, Lorella Massola, Jessica Pedicone, Paola Pedicone e Cecilia Tortora.

PDF Scarica e diffondi...
26-04-2014
Lista dei candidati
Giovanni Franchini

Giovanni Franchini
candidato sindaco
Candidato alla carica di sindaco:

  • Franchini Giovanni Maria, nato a Spoleto (PG) il 14/05/1960, infermiere.

Candidati alla carica di consigliere comunale:

  • Belfiore Giuseppe, nato a Rivoli il 23/10/1979, impiegato;
  • Bugnone Anna, nata ad Almese il 07/02/1952, insegnante in pensione;
  • Bugnone Bruno, nato ad Avigliana l’11/01/1953, pensionato;
  • Bunino Davide, nato a Torino l’11/06/1985, dottore forestale;
  • Gianoglio Carlo, nato a Torino, il 27/08/1946, pensionato;
  • Margaira Liliana, nata a Torino il 21/03/1961, insegnante;
  • Massola Lorella, nata a Torino, l’8/03/1959, agente di commercio;
  • Pedicone Jessica, nata a Torino il 29/08/1992, studentessa;
  • Pedicone Paola, nata a Cosenza il 25/01/1965, impiegata;
  • Tortora Cecilia, nata a Sessa Aurunca (CE), il 12/08/1974, addetta mensa.


I candidati
25-04-2014
Programma elettorale 2014
Logo di Insieme per Villar Dora
Il Gruppo Insieme per Villar Dora nasce dalla volontà di un certo numero di Villardoresi che vogliono mettere a disposizione le proprie competenze e una parte del proprio tempo a vantaggio della cittadinanza, mossi esclusivamente dallo spirito di servizio.

Il Gruppo Insieme per Villar Dora si è pertanto impegnato a presentare una lista che ha come finalità principali:

  • Il cambiamento radicale dello spirito con il quale una municipalità in generale e, in particolare quella di Villar Dora, dovrebbe essere amministrata;
  • Lo sviluppo, grazie al suddetto cambiamento, di una democrazia di base e partecipata che veda protagonista della vita comunitaria ogni singolo cittadino che voglia impegnarsi al fine di apportare contributi in un’ottica di civile dialettica;
  • La priorità, non contrattabile, della tutela del territorio, difendendolo dalle lobbies dei costruttori che, ad ogni costo, tentano di lucrare dalla realizzazione delle piccole come delle grandi opere.

La lista elettorale del Gruppo Insieme per Villar Dora non è quindi animata da uno spirito antagonista, ma dall’impegno a lavorare per la realizzazione dei punti sopra citati.

Con riferimento a tutti coloro che hanno lavorato per il paese in questi ultimi anni, crediamo che la via da percorrere debba essere diversa, cioè favorire la partecipazione e il coinvolgimento dei cittadini che condividono gli ideali sopra menzionati, evitando protagonismi individuali e mantenendo rapporti di collaborazione tra tutte le forze che siederanno nel prossimo Consiglio Comunale.

Il Gruppo Insieme per Villar Dora si augura che la competizione elettorale proceda all’insegna di in un dialogo tra persone civili che si rispettano, pur osservando i problemi da prospettive diverse, si svolga alla luce del sole e, infine, miri in alto per individuare i grandi problemi di Villar Dora. Auspichiamo che i cittadini svolgano un ruolo attivo e stimolante, rivolgendo domande e avanzando suggerimenti tramite l'indirizzo e-mail info@insiemepervillardora.it.

Queste sono le aree principali del nostro pensiero, elaborate durante le riunioni, svoltesi tra un ampio gruppo di villardoresi.
  • Territorio: risorsa per tutti;
  • Famiglia, scuola, cultura, sport e giovani: valorizzazione del volontariato;
  • Tutela della salute e dei servizi sociali, anche attraverso la gestione associata;
  • Servizi alla persona e anziani; la sicurezza dei cittadini, dei loro beni, della circolazione e del territorio tutto, compreso quello agricolo;
  • Sviluppo economico e sostegno al reddito, politiche a difesa delle attività produttive e dell’agricoltura locale;
  • Trasparenza e pronta informazione sull’attività amministrativa;
  • Promozione delle fonti energetiche rinnovabili e della connettività per i residenti.
Leggi il programma...
16-04-2014
Oscar Margaira: «mi dimetto a causa della mancata adozione di uno strumento urbanistico adeguato»
Oscar Margaira
Oscar Margaira
Oggetto: comunicazione al Consiglio Comunale.
Con questa lettera Vi comunico le mie dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale.
Le motivazioni che mi hanno spinto a questa decisione sono collegate alla mancata adozione di uno strumento urbanistico, di un Piano idrogeologico/sismico ed il conseguente adeguamento del territorio alla normativa del cosiddetto PAI: Piano di Assetto Idrogeologico. La cosa a mio personale parere è molto grave in quanto l’amministrazione ha incaricato a questo scopo anni fa ben due geologi, ingegneri idraulici e tecnici di ogni sorta e gli elaborati sono pronti e protocollati da tempo.
È grave poiché all’atto del suo insediamento (articolo di Luna Nuova del 24 giugno 2009) il sindaco Mauro Carena dichiarò: «adotteremo un nuovo piano regolatore che impedisca lo sviluppo edilizio nelle zone agricole e nelle aree non ancora compromesse, legato a questo, il rispetto dell’ambiente naturale e del territorio».
Per completezza d’informazione ed a futura memoria debbo annotare che all’atto dell’insediamento della Giunta Carena erano già depositati al protocollo sia una relazione geologica che un PRGC. In un primo tempo il sindaco dichiarò che lo avrebbe presentato dopo le opportune modifiche.
Così non fu e si preferì scegliere «una via più veloce», quella della “Variante Strutturale”. Dopo quattro anni però siamo ancora qui, con la Variante Strutturale e ben due relazioni geologiche pronte ma chiuse nei cassetti.
Su quelle stesse scrivanie oggi però mi dicono ci sia anche una lettera, con cui la Regione Piemonte, che ha dato il via libera alla variante strutturale alcuni mesi fa, chiede per quale ragione l’amministrazione non l’abbia ancora adottata.
Cosa si aspetta? Quali le ragioni di questo ritardo? Il Sindaco disse che tutto era pronto già un anno fa… poi dichiarò invece che i vincoli imposti dalla Regione erano troppo restrittivi… Abbiamo sentito odore di bruciato, ed abbiamo chiesto lumi ai competenti uffici regionali i quali ci hanno risposto che le regole dettate dalla Regione sulla Variante di Villar Dora sono nella norma e per nulla restrittive! Cosa sta succedendo?
Chiarisco ancora che a mio parere si doveva adottare un PRGC (per i motivi già prima d’ora verbalizzati in Consiglio) e non una variante che di fatto è parziale rispetto all’intero territorio villardorese. Di fronte ad una così grave situazione ho il dovere di denunciarla pubblicamente.
L’adozione di un piano regolatore o variante che fosse, indipendentemente dal fatto che a noi della minoranza piacesse o no, obbligava comunque l’amministrazione Carena ad adottare la relazione geologica adeguata al PAI che è nei fatti una certificazione “scientifica” riguardante la potenziale pericolosità idrogeologica presente nel territorio.
Detto in altre parole: se non c’è il PAI non esistono tutta una serie di eventuali vincoli sul territorio e finché non ci sono questi vincoli ognuno può fare o chiedere di fare ciò che invece con la relazione geologica aggiornata al PAI, probabilmente non si potrebbe più realizzare.
Dunque per logica conseguenza sorge una domanda semplice: chi ha chiesto cosa, chi sta facendo cosa? Cos’è che una volta adottata la Variante non si potrebbe più realizzare o chiedere di realizzare?
Visto che il piano regolatore, quello “ristretto” è pronto da tempo, considerato che neppure nel prossimo consiglio comunale che si terrà martedì 15 aprile 2014 verrà adottata la variante, è evidente che la variante non verrà presentata entro la fine del mandato. Credo perciò a questo punto di non avere scelta e sia mio dovere di capogruppo denunciare la cosa e rassegnare le dimissioni.
Tralascio le considerazioni possibili su trasparenza della procedura, etica delle scelte e totale mancanza di coinvolgimento della minoranza, ciò che conta adesso, visto che nulla succede per caso, secondo me è ragionare sul perché di questo comportamento, di questa mancata assunzione di responsabilità e sarebbe opportuno che i villardoresi cominciassero a farsi delle domande.
Mi riservo dunque di divulgare questa lettera alla cittadinanza per chiarire le ragioni delle mie dimissioni e per spiegare che lo strumento urbanistico attuale risale al 1990, quando la legge sul PAI neppure esisteva, dunque va aggiornato con urgenza, adottando se non altro almeno la relazione geologica. La responsabilità specifica di lasciare il nostro paese esposto a potenziali e gravi rischi idrogeologici è evidente. Ripeto: la variante è pronta, se non viene adottata ciò non succede per un caso fortuito… con questa mia presa di posizione vorrei che ogni cittadino fosse conscio dei pericoli.
Sono stato orgoglioso di aver ricoperto la carica di consigliere e Capogruppo e devo ringraziare tutte le persone che in buona fede e senza interessi hanno lavorato per Villar Dora. Mi sono impegnato, nei limiti delle mie possibilità, nel dare il mio contributo a questa importante assemblea elettiva. Dispiace essere costretti a dover dare le dimissioni a 40 giorni dalla scadenza del mandato, ma davvero la situazione è troppo strana e questo era anche l’unico modo per riuscire ad accendere una luce sulla faccenda “Variante” e per incitare i miei concittadini ad aprire gli occhi ed a partecipare più attivamente alla vita amministrativa del Paese, meglio se dalle sedie del Consiglio Comunale.

Porgo i miei migliori saluti.
Oscar Margaira
01-09-2013
Sito IPVD su smartphone

Insiemepervillardora.it anche per smartphone e tablet
Il sito insiemepervillardora.it è da oggi disponibile anche per dispositivi mobili. Secondo i risultati delle nostre statistiche, sono sempre più numerosi gli utenti che preferiscono navigare con questi mezzi: negli ultimi dodici mesi gli accessi da smartphone sono raddoppiati rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, mentre gli accessi da tablet sono più che triplicati. La tecnologia mobile è adottata da un internauta su sette per consultare il nostro sito: un trend che pare consolidarsi mese dopo mese. Internet è ormai fruibile quasi ovunque, pertanto anche noi abbiamo ritenuto di doverci confrontare con le esigenze degli utenti di oggi. Il sito insiemepervillardora.it si adatterà automaticamente al tipo di supporto utilizzato, fornendo un'ulteriore porta d'accesso alle nostre risorse multimediali per coloro che non vogliono sentirsi vincolati all'uso del tradizionale computer fisso o portatile.
05-07-2013
Rassegna stampa - articolo su «La Valsusa»
Il giornale «La Valsusa» ha pubblicato lo scorso 27 giugno un articolo sul notiziario «L'altra campana», un documento scritto, finanziato e distribuito dai membri del nostro gruppo per far conoscere ai cittadini la nostra posizione e le nostre attività.

articolo Valsusa 27-05-13


PDF Leggi l'articolo...
23-05-2013
notiziario

L'altra Campana - notiziario del gruppo Insieme per Villar Dora
Bilancio, urbanistica, scuole, tematiche sovracomunali, piano regolatore, spese, parsimonia, servizi... questi sono alcuni dei temi trattati dal notiziario «L'altra campana» ad opera del nostro gruppo. Crediamo che i cittadini abbiano il diritto di conoscere le posizioni dei gruppi consiliari del proprio comune. Lungi quindi da ogni velleità promozionale o di contrapposizione, ma ritenendo di ottemperare ad un nostro preciso dovere civico, dopo aver letto "Villar Dora racconta" a cura del Gruppo di Maggioranza Consiliare, abbiamo scritto queste poche righe nella convinzione che ai fini di una corretta informazione sia utile udire più campane che interpretano visioni diverse circa l'operato dell'Amministrazione, senza pretesa di ipotecare l'esclusiva della credibilità. Per questi motivi, oltre ad informare sul nostro ruolo in qualità di Minoranza, desideriamo portare alla vostra attenzione una serie di problematiche che per ora non hanno trovato un'adeguata risposta da parte dell'amministrazione comunale.
Se non l'avete ancora ricevuto nella vostra cassetta delle lettere, potete leggerlo su questo sito.

PDF Leggi il notiziario...
13-05-2013
Avvicendamento in Consiglio Comunale
Il gruppo di Minoranza Consiliare "Insieme per Villar Dora" desidera esprimere un forte ringraziamento a Paola Pedicone per l'impegno profuso in questi quattro anni, non solo nell'espletamento del ruolo di Consigliere della Minoranza, ma anche quale fonte propositiva e di dialogo nei confronti di tutti. Prendiamo atto che a causa dei suoi impegni personali non potrà più presenziare al Consiglio, ma auspichiamo che in futuro il paese possa giovarsi ancora del suo apporto. A lei va il nostro riconoscimento per il suo contributo durante questo periodo di proficua collaborazione.
Contestualmente inviamo un augurio di buon lavoro al nuovo consigliere Fedele Bert, che ha iniziato la propria attività a partire dalla seduta del Consiglio Comunale del 13 maggio.
15-11-2012
A proposito di ospedali, assistenza… e una risposta sulla Cà d'Gut
Lettera di Elisio Croce pubblicata su Luna Nuova, 30 ottobre 2012
Caro direttore, devi darmi atto che da lustri non scrivo lettere concernenti Villar Dora mentre, per la verità, avrei preferito soffermarmi solamente nel merito della ventilata e sciagurata chiusura dei nostri ospedali unitamente alle penalizzazioni sul socio-assistenziale suggerendo una corposa manifestazione di valle a dimostrazione che non solo sul Tav c'è sensibilità, ma su tutto quanto concerne la salute, la dignità ed il bene della nostra gente. Credo in effetti che solo all'insegna della solidarietà a tutto campo sia possibile disegnare un nuovo mondo post opulento in cui la persona umana sia posta al centro dei valori, in alternativa alla nuova dottrina dell'avere e della visibilità ad ogni costo, mentre l'impegno pubblico dovrebbe tornare ad essere una missione etica e disinteressata in nome del bene comune e non del proprio tornaconto […]

PDF Leggi tutta la lettera...
29-05-2012
Piano Regolatore: Lettera alla Regione del 20/03/2012
Al fine di evidenziare alcune criticità che a nostro avviso potrebbero creare problematiche sul territorio comunale ove non puntualmente verificate, il gruppo di Minoranza consiliare di Villar Dora presenta queste osservazioni e le invia ai settori ed organi provinciali e regionali preposti all'analisi territoriale.
Ci corre l'obbligo innanzi tutto di chiarire che le dinamiche di approvazione della variante in oggetto non sono state condivise in modo puntuale e specifico con la minoranza.

PDF Leggi tutta la lettera...
20-01-2012
Piano Regolatore: Lettera alla Regione del 07/11/2011
Ci siamo rivolti ai responsabili dell'ufficio Urbanistica della Regione Piemonte per evidenziare i rischi che può presentare la procedura intrapresa dall'attuale amministrazione di Villar Dora circa la "Variante Strutturale" al Piano regolatore.
Tali rischi sono già stati più volte ribaditi nelle sedi opportune, ovvero i consigli comunali, tramite relazioni scritte consegnate a verbale al segretario comunale.

PDF Leggi tutta la lettera...
20-12-2011
Le recenti scelte dell'amministrazione Carena
Come gruppo di minoranza di Villar Dora, ma anche come cittadini della Valle di Susa, ci troviamo nella necessità di chiarire la nostra estraneità ad alcune delle scelte più recenti dell'amministrazione Carena. Elenchiamo qui in ordine cronologico le più importanti:

  1. Convenzione con privati circa il Consorzio Ca d'Gutt, per la quale è stata presentata anche una nota alla Corte dei Conti.
  2. Previsione dell'eliminazione della Commissione Edilizia.
  3. Rifacimento Piazza San Rocco con eliminazione di posti parcheggio per far posto ad una fontana costata decine di migliaia di Euro.
  4. Mancata approvazione di un Piano Regolatore Generale (PRGC) già praticamente definito, in sostituzione di quello vecchio del 1990.
  5. Modifica procedurale sul Piano regolatore con passaggio ad una Variante Strutturale che nello specifico ha costi aggiuntivi rispetto al PRGC, benché non riguardi tutto il territorio comunale ma solo la parte pianeggiante, con appurato allungamento dei tempi rispetto ad un PRGC.
  6. Previsione di cambio di utilizzo da aree sportive a aree residenziali, di lotti di proprietà comunale, con l'evidente scopo di "fare cassa".
  7. Mancanza di chiarezza da parte dell'amministrazione su un intervento di "riqualificazione ambientale ed agricola" di un'ampia zona privata oggetto di importanti lavori e ritombamenti che possono cambiare l'equilibrio idrogeologico di una parte del paese.
  8. Recente inserimento tra le opere pubbliche previste di strutture a nostro avviso inutili, senza peraltro spiegare dove verrebbero realizzate.

PDF Leggi l'intero comunicato...
11-11-2011
Considerazioni sulla Variante Strutturale del PRGC
Il gruppo Insieme per Villar Dora intende riproporre all'Amministrazione alcune considerazioni in merito alla variante strutturale del Piano regolatore. Tali osservazioni non hanno al momento avuto risposta.
PDF Leggi...
26-09-2011
Ancora cemento per Villar Dora. Perchè?
Ancora cemento a Villar Dora
PDF Il manifesto
È questa la domanda che ci poniamo, e con noi molti Villardoresi, di fronte alla variante strutturale del piano regolatore presentata dalla maggioranza consiliare. Una variante che molti giudicano pericolosa e che consolida una politica di consumo del territorio di concezione ampiamente superata. Ecco perché:
  • Riguarda solo una parte del paese e nonostante ciò esaurisce tutto l'incremento di abitanti indicato dalla regione come massimo (10% equivalente a 300 abitanti), senza tenere conto degli ulteriori abitanti derivanti dal piano in vigore e dalle possibili ristrutturazioni delle tante case inutilizzate.
  • Viene in pratica eliminato completamente il verde dalla parte centrale del paese. Anche aree di proprietà comunale vengono rese edificabili.
  • Il paese può crescere di oltre cinquecento persone in breve tempo. Perché tanta fretta? Nell'interesse di chi? Dei suoi abitanti o di pochi?
  • Lascia la strada aperta a future varianti. Si ricomincerà, magari da qualche area «bonificata»? Oggi la filosofia del cemento viene sempre più respinta, ovunque, da tutti i cittadini consapevoli. Solo Villar Dora vuole continuare? Questo vogliono i Villardoresi? Ci sembra che questa variante debba essere oggetto di un'attenta riconsiderazione, anche con pubbliche assemblee e confronti, e che i cittadini debbano far sentire la loro voce.
Noi continueremo a fare la nostra parte.
Sul questo sito internet sono già pubblicate in modo dettagliato le osservazioni che il gruppo di minoranza consiliare ha presentato in merito alla variante, anche sulla base delle risultanze di una pubblica assemblea.
11-08-2011
Osservazioni al Piano regolatore
Le osservazioni che seguono sono state elaborate anche sulla base delle risultanze emerse nel corso del pubblico incontro organizzato dal Gruppo "Insieme per Villar Dora" la sera del 2 agosto 2011.

La posizione geografica di Villar Dora, con la sua prossimità all'autostrada Torino-Bardonecchia, ne ha fatto l'oggetto di una significativa espansione edilizia nell'ultimo ventennio, con un accrescimento della popolazione del 30% circa. Il che dimostra che tale sviluppo rispondeva solo in minima parte alle esigenze degli abitanti.
Oggi oltre 3.000 abitanti sono presenti in un territorio comunale di 5,6 kmq in significativa parte occupati dalla collina della Seia, dalle pendici della Rocca Sella e da aree contigue al fiume Dora Riparia.
Questi due fattori (appetibilità del territorio e sua ristrettezza) devono, a nostro avviso, essere tenuti ben presenti nella riflessione in merito alla definizione dell'assetto urbanistico, avrebbero richiesto un più ampio coinvolgimento della popolazione e sono alla base delle osservazioni che il nostro gruppo consiliare avanza qui di seguito, facendo notare sin da ora che l'assenza di una precisa documentazione in rete (quindi fruibile dai cittadini), dove non si trovano né relazione geologica, né idraulica, né sismica, e, ancor più, la mancanza di una normativa definita, con l'attribuzione, ad esempio, delle cubature per le varie aree, hanno reso difficile la loro elaborazione [...]
PDF Leggi l'intero documento...
29-07-2011
Serata sul Piano regolatore
Il gruppo Insieme per Villar Dora invita la popolazione ad una serata dedicata all'esame della nuova variante al piano regolatore al fine di elaborare e condividere le opportune osservazioni che dovranno essere presentate entro il giorno 11 agosto.
Martedì 2 agosto, ore 21 presso il salone della Soc. Cooperativa, via S. Ambrogio 6.
PDF Scarica e diffondi...
22-06-2011
Piano regolatore: la maggioranza cambia indirizzo
Nota del gruppo Insieme per Villar Dora sul punto all'ODG del Consiglio comunale del 21 giugno 2011 relativo al piano regolatore:

«Revoca deliberazione C.C. n. 35 dell'8/10/2010 ed approvazione del documento programmatico in ordine alle finalità e agli oggetti generali della variante strutturale al P.R.G.C. vigente redatta ai sensi della l.r. 26 gennaio 2007, n.1 e dell'allegato documento tecnico ambientale ai sensi del d.lgs 4/2008, l.r. 40/98 art. 20 e d.g.r. 09.06.2008, n. 12-8931»

Il nostro gruppo ha espresso le sue perplessità rispetto al cambio repentino di indirizzo circa lo strumento urbanistico che da PRGC, ovvero piano regolatore generale viene mutato in variante strutturale.

Le perplessità derivano dal fatto che:
  1. La variante strutturale è uno strumento utilizzato per una parte limitata del territorio.
  2. Tale mutamento di strategia non è stato condiviso né con la minoranza e tanto meno con la popolazione: a riprova di questo fatto ieri sera non è stato aperto il consiglio comunale agli interventi del pubblico.
  3. Secondo la maggioranza tale nuovo iter avrebbe i pregi di velocizzare le procedure e prefigurare minori costi, tempi dettati dal comune e maggiore sicurezza di approvazione. Secondo il nostro gruppo invece tali certezze non esistono, specie se a livello burocratico mancano certezze su alcuni elementi essenziali della procedura.
In questo modo si discrimina a livello democratico tutta una parte di territorio, in particolare le borgate collinari nelle quali per intervenire bisognerà realizzare altre costose varianti parziali o strutturali, con evidente aggravio di costi complessivi per l'ente comunale.
Un PRGC datato 1990 richiedeva secondo noi un aggiornamento complessivo, non un surrogato. In pratica con l'approvazione da parte della maggioranza di questa ennesima delibera sul piano ci ritroviamo oggi, alla vigilia delle ferie del 2011, allo stesso punto in cui ci trovavamo ad ottobre 2010. Anche in questo senso non ci sarà un risparmio di tempi.

A proposito degli eventuali beneficiari del piano medesimo, a fine consiglio alcuni villardoresi bene informati sulle proprietà interessate dalla variante ci hanno fatto notare che forse ci sarebbe sfuggito che in questo modo sono stati accontentati, teoricamente, gran parte dei "grandi elettori" dell'attuale sindaco.
Sinceramente non conosciamo tutti i presunti proprietari "beneficiati" e speriamo che queste osservazioni, magari in modo più dettagliato, vengano inviate all'Ufficio Tecnico, nella speranza che si tenga conto delle esigenze primarie di tutti i cittadini in fase di eventuale ridefinizione delle aree oggetto di mutamento di destinazione.

Concludiamo che la mancata apertura del Consiglio comunale al termine della seduta ci ha lasciati attoniti in quanto il sindaco negli anni passati aveva assicurato il coinvolgimento della popolazione.
Secondo il Sindaco «entro un anno, forse anche meno» Villar Dora vedrà il nuovo Piano Strutturale.
Come già detto in consiglio noi lo speriamo, anche se abbiamo dei forti dubbi. Ribadiamo che secondo noi sarebbe stato più corretto e logico continuare la procedura del PRGC (generale) perché tutto il territorio e tutti i cittadini avrebbero avuto le stesse opportunità e la possibilità di inviare le osservazioni del caso. In questo modo tutta una grande fetta di territorio si ritrova con un PRGC datato 1990.
31-03-2011
Osservazioni al Consiglio comunale del 29 marzo
Osservazioni del Gruppo di Minoranza Insieme per Villar Dora sui punti 3, 5, 6 e 9 all'Ordine del giorno del Consiglio comunale di martedì 29 marzo 2011.
PDF Leggi...
10-11-2010
Piano Regolatore: osservazioni di Insieme per Villar Dora
Osservazioni del Gruppo di Minoranza Insieme per Villar Dora alla relazione illustrativa della delibera programmatica sulla variante generale al PRGC (Piano Regolatore Generale Comunale).
«Si tratta in questa fase di osservazioni di carattere generale, basate sulle direttive della Variante al PTC ai sensi dell'art. 10 della legge regionale n. 56/77 smi, secondo le procedure di cui all'art. 7. ed adottato dalla Giunta provinciale con deliberazione n. 644 - 49411/2009 del 29 dicembre 2009.
Contestualmente le osservazioni qui presentate sono la conseguenza di una valutazione dovuta alla conoscenza del territorio comunale, sulle sue particolarità e criticità che andranno successivamente modellate e riproposte ad un livello tecnico più particolare al momento della presentazione della cartografia e delle note attuative definitive coordinate al regolamento edilizio.»
PDF Leggi l'intero documento...
05-11-2010
TAV e territorio
Mercoledì 10 novembre ore 21 presso il Centro Sociale, Via Pelissere 16, si terrà una serata informativa e dibattito su: «TAV: a che punto siamo. Conseguenze dell'opera sulla bassa Valle di Susa.»
L'incontro-dibattito è organizzato dal Gruppo Consiliare Insieme per Villar Dora in collaborazione con i Comitati NO TAV di Villar Dora ed Almese.
Parteciperanno Luca Giunti, esperto di procedure autorizzative, Riccardo Pavia, geologo, e Roberto Vela, ingegnere e consulente della Comunità Montana.
18-05-2010
Regolamento comunale di Polizia rurale
È disponibile il Regolamento comunale per la disciplina del servizio di Polizia rurale nell'ambito del territorio di Villar Dora a destinazione agricola o soggetto a vincoli di natura paesaggistico-ambientale, modificato con deliberazione del Consiglio comunale in data 15/05/2010.
PDF Leggi il regolamento...
30-03-2010
Elezioni regionali del 28 e 29 marzo 2010
Pubblichiamo di seguito i risultati relativi alle votazioni per la Regione Piemonte nel Comune di Villar Dora (fonte: Ministero dell'interno).
Su 2.399 elettori si sono recati alle urne in 1.548 pari al 64,52 %. Le schede bianche sono risultate 16, mentre le nulle sono risultate 93.
Candidato alla presidenza della regione numero voti percentuale voti
Cota Roberto - Roberto Cota presidente 658 45,72
Bresso Mercedes - Uniti per Bresso 523 36,34
Bono Davide - Movimento 5 stelle Beppegrillo.it 205 14,24
Rabellino Renzo - Alternativa per il Piemonte 53 3,68
PDF Leggi i dati completi delle votazioni nel comune di Villar Dora.
28-02-2010
Un assessore: «delibere pubblicate su siti più o meno legali»
Nel corso del Consiglio comunale del 26 febbraio scorso è stato dichiarato, da parte di un assessore, che sussisterebbero dei «siti più o meno legali» recanti le delibere del Comune di Villar Dora. In tal senso il sindaco, rivolgendosi alla minoranza di Insieme per Villar Dora, ha precisato di andare «sul sito degli amici», non specificando di cosa si trattasse.
Affermazioni singolari, non corredate invero da alcun riferimento preciso.
Il presente sito internet costituisce peraltro, a nostra conoscenza, l'unico che si prenda l'impegno di rendere talvolta fruibili ai cittadini alcuni atti pubblici di libera consultazione (e di cui, da parte nostra, si è fatta regolare richiesta).
Nonostante l'oscurità di queste affermazioni, non dubitiamo che tali pareri sulla legalità di detti «siti fantasma» siano ampiamente documentati.
L'ufficio segreteria del comune ha peraltro dato assicurazione al Capogruppo di Insieme per Villar Dora che a partire dal mese di luglio sarà attivato l'Albo Pretorio on line.
Siamo molto ansiosi di vedere questa nuova modalità che è già stata attivata in numerosi comuni del circondario e che permetterà un salto di qualità per l'informazione democratica a tutti i cittadini.
28-02-2010
Il sindaco ad un consigliere di Insieme per Villar Dora: «sei un violento»
Parole pesanti nello scorso consiglio comunale. Durante l'animata discussione connessa al punto 5 dell'Ordine del giorno, approvazione del bilancio di previsione 2010, un consigliere di Insieme per Villar Dora ha sottolineato che la gente avrebbe avuto piacere di sapere su quali cifre vertesse tale bilancio, ed ha chiesto ai consiglieri di maggioranza se tali cifre fossero a loro note.
Come risposta, il sindaco ha ritenuto che queste parole costituissero un insulto rivolto ai consiglieri stessi.
Il medesimo consigliere di Insieme per Villar Dora ha replicato di non aver insultato nessuno, ma di aver solo chiesto se i consiglieri di maggioranza fossero a conoscenza delle cifre del bilancio.
Il sindaco ha invece continuato dicendogli di essere «un violento».
Pochi istanti di seguito, un consigliere della maggioranza ha infine ammesso di non sapere quante fossero le entrate, e che a suo avviso non fosse fondamentale saperlo.

Pubblicheremo in futuro un estratto dei dati riguardanti i bilanci del 2008, del 2009 e di previsione per il 2010. Le cifre previste per il 2010 potranno naturalmente subire qualche variazione ed andrebbero considerate per quello che sono, ovvero come un'anticipazione degli impegni futuri.
07-11-2009
Votazioni Comunità Montana
Si riporta l'esito finale delle votazioni per la presidenza della Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone: Sandro Plano (PD e Indipendenti NO TAV) 315, Franco Capra (Centrodestra) 275.
29-10-2009
Questione TAV: «Insieme per Villar Dora» propone la convocazione del Consiglio comunale
Il gruppo consigliare di «Insieme per Villar Dora» ha avanzato la proposta di approvazione di un Ordine del giorno sulla linea ferroviaria Torino-Lyon, e la relativa convocazione del Consiglio comunale entro il 6 novembre 2009.
PDF Leggi la proposta in forma integrale
22-08-2009
Stipendio quintuplicato per Sindaco e membri della Giunta
È stato deciso, da parte del Sindaco e della Giunta di Villar Dora, l'aumento della quota di indennità a loro stessi riservata.
La possibilità che ciò potesse avvenire era già stata segnalata dai Consiglieri di «Insieme per Villar Dora» durante il Consiglio comunale del 29/07/2009, in base ad un'attenta analisi del quadro finanziario del Comune. Replicando in quella sede, il Sindaco non ha confermato, mentre due giorni di seguito (il 31/07/2009) è stata approvata la determinazione riguardante le nuove «indennità del Sindaco e degli Assessori comunali per l'anno 2009» (link in calce).
Si evidenzia inoltre che l'aumento delle indennità, fermo quanto previsto dalla legge, è quantificabile approssimativamente in oltre il 500% rispetto alla cifra percepita dalla Giunta precedente. A titolo esemplificativo, lo stipendio mensile riservato alla carica del Sindaco è stato incrementato di oltre 1200 Euro.
PDF «Determinazione delle indennità del Sindaco e degli Assessori comunali per l'anno 2009»
16-08-2009
Statistiche sito: più di 2500 accessi in cinque mesi
Nei primi cinque mesi di vita del sito internet di «Insieme per Villar Dora», sono stati rilevati più di 2500 accessi, la maggioranza dei quali in forma diretta.
Attualmente, questo sito è indicizzato da molti motori di ricerca (Yahoo, AltaVista, Lycos, Bing ecc...), ma non lo è ancora da parte di Google, anche se tale procedimento è in corso. Ringraziamo tutti gli utenti che ci dimostrano quotidianamente la loro fedeltà, e che hanno evidenziato la crescente popolarità di questo strumento di comunicazione.
In questo finora breve ma intenso percorso, siamo già stati visitati da testate giornalistiche sia a livello locale che nazionale, ed abbiamo ricevuto varie visite da paesi come Brasile, Stati Uniti, Cile, Giappone, Nepal, Perù e molti altri che per questioni di brevità non riusciamo a nominare. Al fine di rendere sinteticamente accessibile il nostro pensiero anche agli utenti di madrelingua non italiana, abbiamo pensato di istituire, in via sperimentale, due pagine di presentazione in altre lingue (inglese e francese). [EN] [FR]
19-06-2009
Il Gruppo Consigliare di minoranza non si è presentato al primo Consiglio comunale per protesta contro intimidazioni e dileggi.
Il Gruppo Consigliare «Insieme per Villar Dora» ringrazia tutti coloro che hanno voluto accordargli la fiducia con il voto.
In considerazione dell'inquietante manifestazione di lunedì 8 giugno, degenerata in intimidazioni e dileggio nei confronti di alcune persone appartenenti al gruppo stesso, stigmatizzando il deplorevole episodio, ritiene doveroso non presenziare alla prima seduta del consiglio comunale in segno di protesta.
Ognuno può votare o tifare per chi crede ma la democrazia comporta il rispetto, anche e soprattutto, nei confronti di coloro che appartengono a gruppi o schieramenti diversi.
Restiamo comunque fiduciosi che il futuro possa consentire sereni rapporti in consiglio comunale e nel paese nell'interesse di Villar Dora.
Il Gruppo Consigliare di minoranza
08-06-2009
Elezioni 2009: «Insieme per Villar Dora» ottiene quattro seggi in Consiglio comunale.
La lista civica espressa dal gruppo ha ottenuto 762 voti su 1.911 validi (39,87%).
Su 2.406 elettori si sono recati alle urne in 1.980 pari all'82,29%. Le schede bianche sono risultate 33 mentre le nulle sono risultate 36.
I candidati di «Insieme per Villar Dora» che entreranno in Consiglio sono Elisio Croce, Paola Pedicone, Oscar Margaira ed Enrico Ferrero.
Elezioni comunali 2009 - lista n. 1
«Insieme per Villar Dora»

candidato sindaco: Elisio Croce


candidati consiglieri

Pedicone Paola
Margaira Oscar
Ferrero Enrico
Bert Fedele
Franchini Giovanni Maria
Bigiotto Fulvio
Rossetti Stefano
Giannini Mario
Sottomano Daniele
Magaglio Davide
Errico Giusy
Russo Valentina
voti
762


preferenze

43
42
33
27
25
20
19
17
16
12
11
9